Provincia di Lucca - Politiche giovanili

Impariamo dalle vostre azioni

Scritto da ufficiogiovani in data 25 novembre, 2008


di Bertolucci Giulia
Liceo Scientifico A.Vallisneri

Caro Osvaldo,
mi chiedo perché la violenza sia così diffusa nel mondo giovanile che, per sfogare le proprie frustrazioni, non trova altra via se non quella di prendersela con gli altri.
Una ragazza troppo bella deve essere punita? Uno sguardo ad una donna già impegnata merita una coltellata? Questi fatti accadono quasi quotidianamente nelle nostre città, e la loro esposizione mediatica incide profondamente sulle menti degli adolescenti, facilmente influenzabili, che non sono in grado di rielaborare o di leggere correttamente la realtà perché nessuno glielo insegna più. A compiere questi gesti non sono ragazzi disagiati, male educati, e neppure ragazzi viziati di buona famiglia che pensano di poter avere tutto e tutti: sono quelli della porta accanto, che studiano, lavorano, non bevono e non si drogano; i nostri migliori amici, i compagni delle uscite serali.
L’esaltazione della libertà come onnipotenza e non come valore da conquistare, l’egoismo, l’estremizzazione di sentimenti come amore, gelosia, possesso, la noia e la solitudine che accompagnano le interminabili giornate dei ragazzi di oggi portano alla ricerca di nuovi espedienti per superare i limiti, per colorare il grigiore della vita quotidiana.
Abbiamo bisogno di essere ascoltati, compresi, rimproverati, sapere cosa è giusto, quali sono i limiti da rispettare.
“L’educazione non si impone, ma si trasmette con il buon esempio” (Rousseau): noi ragazzi impariamo dalle vostre azioni.

Indice generale dei contenuti del sito

Vota i video e gli articoli del concorso Ultimora
Il sito del Cantiere Giovani
Giovani S
Giovani Protagonisti
Squarciagola - la trasmissione su NoiTV
Uno spazio per le idee Non cadiamo in trappola! Ditestamia - Community
  • Vota il video migliore

    View Results

    Loading ... Loading ...

Credits e licenza

Inizio menú piè di pagina